Connect with us

News

Scadenze delle domande di contributo per famiglie numerose

Redazione

Pubblicato

a

 Santarcangelo, 22 gennaio 2019        

Sono due i contributi riservati alle famiglie numerose in scadenza nelle prossime settimane: giovedì 31 gennaio scade infatti il termine per richiedere l’assegno destinato ai nuclei familiari con tre o più figli minori, mentre fino a giovedì 28 febbraio è possibile fare domanda di contributo destinato alle famiglie numerose (con quattro o più figli a carico).

L’assegno al nucleo con tre figli minori è erogato dall’Inps e richiesto al proprio Comune di residenza entro il 31 gennaio 2019. Possono presentare richiesta i cittadini italiani, comunitari o protetti da norme europee in materia sociale con un nucleo familiare composto da almeno tre figli minori. Per il 2018 il valore Isee non deve superare la soglia di 8.650,11 euro, mentre l’importo dell’assegno è di 142,85 euro mensili.

Quello riservato alle famiglie numerose, invece, è un contributo finanziato con fondi regionali e destinato alle famiglie che hanno quattro o più figli a carico. Possono fare domanda, entro il 28 febbraio 2019, cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari muniti di permesso o carta di soggiorno di durata non inferiore a un anno con un Isee non superiore a 25mila euro.

Per presentare le richieste di contributo occorre rivolgersi al Centro per le Famiglie Valmarecchia, aperto lunedì e giovedì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30 (telefono 0541/624.246, mail informafamiglie@vallemarecchia.it). Per informazioni, modulistica e presentazione della domanda relativa la contributo per le famiglie numerose è possibile rivolgersi anche ai Servizi sociali di Santarcangelo, nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30 (scala A, primo piano – 0541/356.234).

Ulteriori informazioni sono pubblicate nell’apposita scheda sul sito istituzionale del Comune di Santarcangelo: www.comune.santarcangelo.rn.it/servizi/sociali/famiglia/famiglia.

News

Santarcangelo: la Regione concede centomila euro per la manutenzione delle grotte della città

Circa 20 gli ipogei coinvolti dai lavori di manutenzione e consolidamento

Redazione

Pubblicato

a

Santarcangelo, 18 marzo 2019

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato 100mila euro per la manutenzione e il consolidamento di una ventina di grotte di Santarcangelo.

Gli interventi, richiesti dall’Amministrazione comunale, saranno effettuati sulla base della relazione tecnica dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile che ha individuato alcune grotte che necessitano di lavori di consolidamento e manutenzione.

Fin dagli anni ’80 – quando su richiesta dell’Amministrazione comunale il centro storico di Santarcangelo è stato inserito dalla Regione Emilia-Romagna tra i centri abitati da consolidare – sono stati effettuati diversi rilievi e verifiche a cui hanno fatto seguito altrettanti interventi: solo per citare quelli degli ultimi anni, la Regione ha finanziato lavori di consolidamento dell’abitato del centro storico, di alcune grotte, delle mura di via Pozzolungo, della scarpata su via dei Signori e della mura di via Beato Pio Malatesta.

Il nuovo progetto elaborato dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile riguarda invece principalmente ipogei che in passato non sono stati oggetto di interventi e prevede lavori di consolidamento dei rivestimenti in laterizio e delle pareti o volte con chiodature e spritz-beton; le riprese in breccia con muratura di lesioni e zone parzialmente crollate; il trattamento superficiale di finitura per le superfici in laterizio; l’asportazione dei detriti interni alle grotte e l’installazione di portoncini di ingresso per consentire il mantenimento del microclima interno.

 

 

 

 

Continua a leggere

News

Bellaria Igea Marina celebra la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”

In ricordo delle vittime innocenti delle mafie: per i ragazzi delle scuole medie, la storia di Don Pino Puglisi

Redazione

Pubblicato

a

Bellaria Igea Marina, 18 marzo 2019
Il 21 marzo ricorre la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”: anche quest’anno, il Comune di Bellaria Igea Marina la onorerà organizzando un momento rivolto ai ragazzi delle scuole medie.
Rinnovando l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità e far conoscere il valore delle persone che si battono ogni giorno contro la criminalità organizzata, quest’anno sarà dedicata agli alunni la proiezione del film “Alla luce del sole” di Roberto Faenza; i ragazzi vedranno la pellicola incentrata sulla figura di don Pino Puglisi, parroco di Palermo assassinato dalla mafia il 15 settembre 1993, questo giovedì alle 9.15 presso il Teatro Astra di Bellaria Igea Marina.

Continua a leggere

News

I e V Commissione, parere favorevole alle modifiche al regolamento per l’applicazione dell’addizionale Irpef

Redazione

Pubblicato

a

Rimini, 16 marzo 2019

La I e V commissione, riunite in seduta congiunta, hanno espresso parere favorevole alla variazione di bilancio e alle modifiche al regolamento per l’applicazione dell’addizionale Irpef. La manovra prevede un allineamento dell’aliquota – ferma da 12 anni allo 0-0,3 per cento– agli altri capoluoghi dell’Emilia Romagna, mantenendo una soglia di esenzione totale che tuteli le fasce più deboli e con un’applicazione progressiva, in relazione all’aumentare del reddito imponibile. La proposta di delibera prevede un incremento del gettito Irpef di 4,8 milioni di euro che saranno destinati ad investimenti in opere pubbliche strategiche e rilevanti per la città. In particolare gli investimenti riguardano il “Progetto per la riqualificazione urbana e ambientale e il recupero delle vocazioni identitarie dei luoghi dell’area turistica di Rimini Nord” per 3,7 milioni di euro, primo stralcio dei lavori inseriti nel bando Periferie. Un’altra parte consistente è destinata all’edilizia scolastica, con il previsto ampliamento della scuola elementare di Gaiofana e interventi su altre strutture scolastiche per 500 mila euro. Seicentomila euro saranno invece destinati alla parte corrente (trasporto pubblico locale e rimborsi Tari, tra gli altri).
“Ad oggi non sappiamo se potremo fare affidamento o meno sul finanziamento del Bando Periferie, frutto di una convenzione tra Stato e Comuni che resta ancora avvolto da dubbi e meccanismi farraginosi. Avremmo potuto scegliere l’immobilismo, avremmo potuto decidere di non decidere e congelare tutto e prendere tempo, come ben ci insegnano a Palazzo Ghigi. Noi però una certezza l’abbiamo: quella di voler investire su quel quadrante nord della città, così come non possiamo rinviare lavori come l’ampliamento della scuola Gaiofana e gli adeguamenti ad altre scuole della città. Per questo abbiamo voluto garantire i finanziamenti con le nostre risorse, senza attendere segnali dall’alto. Ciò non toglie che saremmo ben lieti di fare altre considerazioni a fronte di un eventuale sblocco delle risorse promesse”. “Ricordo  – aggiunge Brasini – che a fronte anche della destinazione, prevista dalla legge, degli oneri di urbanizzazione agli interventi manutentivi confermiamo un bilancio in pieno equilibrio, grazie ad un utilizzo accorto di tutte le diverse leve a disposizione”.
I gruppi di maggioranza hanno annunciato la presentazione di un emendamento che, mantenendo lo stesso saldo di gettito, potrebbe riconfigurare le fasce di applicazione delle aliquote.

Continua a leggere

Tendenze