Connect with us

News

Santarcangelo: mercoledì 30 gennaio chiusi l’Urp/Certificazioni anagrafiche, Servizi demografici e ufficio Protocollo

In programma alcuni lavori per la riorganizzazione degli spazi

Redazione

Pubblicato

a

Santarcangelo, 23 gennaio 2019

L’ufficio Relazioni con il pubblico/Certificazioni anagrafiche, i Servizi demografici (Stato civile, Anagrafe/Residenze, Elettorale, Cimiteriali) e l’ufficio Protocollo resteranno chiusi al pubblico mercoledì 30 gennaio per consentire alcuni interventi di manutenzione degli spazi in vista della prossima apertura dello Sportello al cittadino del comune di Santarcangelo.

Procede infatti il percorso per la realizzazione di uno Sportello polifunzionale, che nella prima fase prevede una riorganizzazione interna dei Servizi al cittadino per migliorare la funzionalità e l’accessibilità dei servizi, grazie anche a un unico punto di accoglienza e l’erogazione, in un unico spazio, di alcuni dei servizi più richiesti quali certificazioni anagrafiche, carte d’identità, cambi di indirizzo, permessi per disabili, protocollo ecc.

Gli uffici dei Servizi al cittadino riapriranno regolarmente giovedì 31 gennaio con i consueti orari: dalle 8 alle 13 l’ufficio Relazioni con il pubblico/Certificazioni anagrafiche e il Protocollo, dalle 8,30 alle 12,30 i Servizi demografici.

News

IL QUESTORE DI RIMINI, DOTT.FRANCESCO DE CICCO IN VISITA ALLA GUARDIA DI FINANZA

Redazione

Pubblicato

a

Questa mattina, il Questore di Rimini, Dott. Francesco De Cicco, che ha assunto l’incarico lo scorso 26 marzo, si è recato in visita presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, ove, dopo essere stato accolto dal Comandante Provinciale, Colonnello Antonio Giuseppe Garaglio, ha incontrato gli Ufficiali alla sede ed una rappresentanza di Finanzieri in servizio nei reparti della provincia, nonché i Presidenti delle Sezioni dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia di Rimini e Riccione.

Nell’occasione il Comandante Provinciale ha illustrato al Questore le attività salienti di polizia economico-finanziaria svolte nei primi 4 mesi dell’anno dal Nucleo di Polizia economico-finanziaria, dal Gruppo di Rimini e dalla Tenenza di Cattolica, a conferma dell’impegno costante che le Fiamme gialle riminesi dedicano al controllo economico del territorio dell’intera provincia, con particolare riguardo alla lotta all’evasione fiscale, al lavoro nero, alla contraffazione, all’abusivismo commerciale in tutte le sue forme e al contrasto dei traffici illeciti a tutela dell’economia legale e dei cittadini, fornendo – con un costante presidio del territorio, in coordinamento con tutte le Forze di Polizia – un fattivo contributo di concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Successivamente il Questore, accompagnato dal Col. Antonio Giuseppe Garaglio, si è recato presso gli ormeggi di via Sinistra del Porto per una visita a bordo dell’unità navale classeBuratti “Capitano Cultrona”, in dotazione alla Stazione Navale della Guardia di Finanza di Rimini. Durante la visita il Comandante del Reparto Operativo Aeronavale (ROAN), Tenente Colonnello Fulvio Nicolò Furia, ha illustrato al Questore le peculiarità della missione istituzionale del comparto aeronavale del Corpo, quale unica forza di polizia di sicurezza del mare, e le principali attività poste in essere dalle dipendenti unità operative aereonavali, che operano lungo tutto il litorale romagnolo.

Continua a leggere

News

DISTACCO MONTECOPIOLO E SASSOFELTRIO: IL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE IN AUDIZIONE IN SENATO IL 7 MAGGIO

Redazione

Pubblicato

a

Il 7 maggio la Commissione Affari Costituzionali del Senato ascolterà il Presidente della Regione sul distacco di Sassofeltrio e Montecopiolo. Il Presidente sottolinea la volontà delle Marche di fermare l’iter e tornare a coinvolgere i territori ascoltando la loro voce. La Regione chiede al governo la sospensione per motivi di illegittimità e di opportunità dell’iter legislativo del disegno di legge finalizzato al distacco dei due Comuni, l’indizione di un nuovo referendum, la costituzione di un tavolo istituzionale per la revisione degli ambiti territoriali delle Regioni e, in attesa di proposte organiche di revisione, l’interruzione dell’iter delle modifiche territoriali, come è avvenuto nel caso di Cortina d’Ampezzo. Secondo il presidente della Regione Marche infatti, gli effetti che derivano dalla separazione dei Comuni non si esauriscono nel mero passaggio da una Regione all’altra, ma nella riorganizzazione di tutte le attività amministrative connesse, con le relative conseguenze economiche. La variazione comporterebbe ripercussioni su molteplici servizi, come l’ambito sociale, il distretto sanitario, il ciclo dei rifiuti, il ciclo idrico integrato, la gestione dei beni demaniali e forestali nel monte Carpegna, che verrebbe diviso fra due Regioni, la gestione degli impianti sciistici di Montecopiolo, finanziati con fondi della Regione Marche, oltre ad altre ripercussioni dal punto di vista socioeconomico, per i cittadini e per le imprese. Per ciò che concerne l’opportunità di proseguire nell’iter legislativo intrapreso, il Presidente sottolinea che una larga parte della popolazione residente ha espresso, con la sottoscrizione di una petizione firmata da oltre mille cittadini, la volontà contraria al distacco. Alla luce di questo risultato il Presidente ritiene dunque necessario che le amministrazioni comunali interessate indìcano un nuovo referendum e che, nelle more dell’espletamento dell’auspicata e rinnovata procedura referendaria, si sospenda l’iter di legge presso entrambi i rami del Parlamento. Infatti, trascorsi ben 12 anni dal primo referendum, è evidente che il corpo elettorale ha espresso una volontà diversa pur sotto forma di petizione e che, pertanto, il Senato e la Commissione Affari costituzionali di tale ramo del Parlamento, debbano tenere necessariamente conto delle motivazioni per cui la Regione Marche non ha espresso fino ad ora il parere, così come le ragioni e gli interessi dei Comuni limitrofi. Le strategie per la ricostruzione del sistema economico e del territorio delle Marche, duramente colpito dalla crisi sismica ed ancora in stato di emergenza, presuppongono necessariamente il mantenimento dell’unitarietà del suo territorio, e non la sua divisione, dopo l’ulteriore lacerazione dei sette comuni della Valmarecchia all’Emilia-Romagna. Conseguentemente alla riduzione del numero dei Comuni, dei residenti, e dell’impoverimento del tessuto economico, perdurante da anni per la crisi economica e per il sisma, il Presidente ritiene che il Parlamento avrebbe il dovere di avviare un confronto sull’esigenza non tanto di ridurre le dimensioni territoriali, ma di omogeneizzare i territori a difesa e tutela dei cittadini.

Continua a leggere

News

I ponti di primavera regalano un mese da incorniciare. Il sindaco Gnassi: “Grande avvio di stagione. A maggio e giugno ogni weekend tante esperienze da vivere”

Redazione

Pubblicato

a

Un mese da incorniciare, tra ponti, eventi e migliaia di visitatori a scoprire il territorio. Si è chiuso un aprile positivo per il turismo riminese, che grazie ad un calendario favorevole e ad una eccezionale proposta sia di eventi sia di offerta ricettiva, ha regalato un assaggio della stagione che verrà.

“E’ stata una parentesi primaverile molto positiva – commenta il presidente di Aia Rimini Patrizia Rinaldis– un’opportunità per tutto il territorio per farsi conoscere, dall’entroterra, al centro storico, i borghi, passando per le proposte dei parchi che sono stati presi d’assalto. E’ stata un’occasione quindi per continuare ad affermare Rimini come località che può offrire tanto oltre al mare e alla spiaggia. C’è stato un buon afflusso di turisti distribuito soprattutto tra Pasqua e il ponte del 25 aprile, quando quasi tutte le strutture alberghiere erano aperte. Il tempo favorevole del Primo maggio ha poi spinto le gite fuoriporta e il turismo last minute non organizzato. Grazie anche ai tantissimi eventi che abbiamo ospitato c’è stata quindi una continuità di presenze per due settimane molto positiva”.

“Ancora non abbiamo dati, ma aprile si chiude con un numero di presenze totale sicuramente superiore a quello dello scorso anno – aggiunge Antonio Carassodi Promozione Albergheria – Per tutto il territorio è stato un inizio di primavera davvero favorevole; quasi la totalità delle attività alberghiere stagionali ha aperto e anche tutta la filiera dell’extraricettivo ha lavorato a pieno ritmo. Se aprile si chiude col sorriso, siamo ottimisti anche per il mese di maggio, grazie ai tantissimi eventi in calendario: si parte con la Reunion Rimini e si prosegue con i tanti appuntamenti sportivi e in fiera, come Music Inside Rimini e Macfrut, che condurranno all’atteso RiminiWellness”.

“Rimini si conferma come meta attrattiva proprio grazie all’ampio ventaglio di esperienze che offre ai turisti e alla sua capacità di non essere un ‘contenitore’ di eventi, ma luogo in cui le proposte immateriali si fondono con l’identità di un territorio da vivere – sottolinea il sindaco Andrea Gnassi– Anche a maggio e giugno, ogni fine settimana Rimini presenterà un’offerta unica di esperienze, in una città che guarda al futuro puntando sulla sua storia, sulla sua identità e sulla sua capacità di essere attrattiva”.

Durante queste due settimane di festività, segnali positivi anche per l’offerta culturale: buon afflusso di visitatori al Museo di Rimini, con il picco di biglietti staccati nella giornata di martedì 23, subito dopo Pasquetta. In tanti inoltre hanno approfittato delle giornate di festa per una visita guidata al Teatro Galli o per scoprire il Museo degli sguardi.

Il mese di maggio inizia tra cinema e motori con la Settima Arte – Cinema e Industria –  un festival di tre giorni da domani a domenica fra mostre, proiezioni, conferenze, masterclass, presentazioni di libri e ospiti illustri nei luoghi più suggestivi di Rimini – e Reunion Rimini, raduno tra più prestigiosi a livello nazionale ed internazionale per tutti gli amanti dei motori per il quale sono attesi 40mila partecipanti. Tra gli appuntamenti sportivi, il Beach Tchoukball Festivaldal 10 al 12 maggio l’ormai tradizionale campionato sulla spiaggia di Viserba con 1.300 atleti in spiaggia e il Memorial Bellavista, torneo internazionale di calcio giovanile con 24 formazioni da tutta Italia e dall’estero al via.

Continua a leggere

Tendenze