Connect with us

News

A San Vito confronto su manutenzioni, illuminazione, viabilità

Circa trenta i residenti delle frazioni di San Vito e Santa Giustina presenti all’incontro con la Giunta comunale che si è svolto ieri sera (lunedì 11 febbraio) alla scuola elementare Ricci, per un confronto su bilancio di previsione 2019 e opere pubbliche.

Redazione

Pubblicato

a

Santarcangelo, 12 febbraio 2019

In apertura della serata, il sindaco Alice Parma ha sottolineato l’importanza di informare i cittadini delle frazioni sulle scelte contenute nel bilancio di previsione, principale strumento di programmazione a disposizione dell’ente. Tre i punti chiave del bilancio 2019: welfare per famiglie e servizi sociali per le fasce più deboli, manutenzione e cura del territorio, fiscalità locale. Le politiche di contrasto alle nuove povertà e all’emergenza abitativa, in particolare, sono la base per una sicurezza sociale diffusa: si tratta dunque di azioni che riguardano non soltanto i beneficiari diretti di tali politiche, ma tutta la comunità. La sicurezza territoriale, in ogni caso, ha visto l’Amministrazione comunale impegnata su vari fronti: dalla sottoscrizione del Patto per la sicurezza avanzata con la Prefettura e tutti i Comuni della Provincia fino al sistema di videosorveglianza perimetrale, progettualità condivisa con le forze dell’ordine, passando per il progetto “Vicinato vigile e solidale” in fase di avvio a San Martino e Sant’Ermete. Per quanto riguarda la cura del territorio, citando l’illuminazione pubblica il sindaco ha ricordato la sostituzione dei punti luce tradizionali con impianti led, informando i presenti che l’Amministrazione comunale sta valutando, compatibilmente con le risorse disponibile, di riaccendere i lampioni spenti negli scorsi anni per ragioni di risparmio economico. La collaborazione con Anthea, unita al sistema delle segnalazioni recentemente rinnovato, consente invece interventi di manutenzione più efficienti e rapidi su parchi pubblici e strade, compresa un’attenta opera di contrasto al dissesto idrogeologico che passa anche dalla manutenzione dei fossi in parte a carico dei privati. Grazie agli strumenti urbanistici – ha aggiunto il sindaco – nuove imprese sono arrivate o arriveranno presto a Santarcangelo, portando dotazioni pubbliche anche per la frazione di San Vito. Concludendo sul tema della fiscalità locale, il sindaco Parma ha ricordato la progressiva riduzione dell’addizionale Irpef, sottolineando inoltre la rilevante opera di recupero dell’evasione/elusione fiscale messa in atto dagli uffici comunali: circa 4 milioni di euro portati al bilancio dell’ente che rappresentano uno strumento concreto di equità sociale, dal momento che ciascuno è tenuto a contribuire ai servizi per la comunità secondo le sue possibilità, determinate attraverso la certificazione Isee.

In apertura del suo intervento, il vice sindaco Zangoli ha invitato i presenti a rinnovare la partecipazione al bilancio partecipato, dopo che lo scorso anno il progetto per la scuola di San Vito non era riuscito a ottenere il finanziamento. Riepilogando le scelte dell’Amministrazione comunale in materia di tributi, il vice sindaco ha ricordato la riduzione dell’addizionale Irpef grazie all’aumento dei trasferimenti statali, l’introduzione in via sperimentale della raccolta porta a porta a Casale – nonché il sostegno a famiglie in difficoltà e nuove imprese nelle frazioni – che non hanno causato un aumento della tassa rifiuti, le modifiche alle imposte minori compresa l’eliminazione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico per le tende parasole e le tariffe bloccate per i servizi a domanda individuale a fronte di un incremento degli stessi.

In tema di estensione dei servizi, oltre all’ampliamento del pre e post scuola a tutte le frazioni, l’assessore ai Servizi educativi e scolastici Pamela Fussi ha citato il nuovo spazio bimbi gratuito, dedicato a chi non ha la possibilità di accedere al nido d’infanzia per ragioni economiche o familiari. Anche se il progetto per l’“aula dei sensi” polifunzionale della scuola Ricci non ha vinto il bilancio partecipato, ha aggiunto l’assessore, l’Amministrazione comunale ha acquistato gli arredi richiesti, parte dei quali già consegnati alla scuola.

L’assessore alla Pianificazione urbanistica e Lavori pubblici, Filippo Sacchetti, ha invece sottolineato l’importanza delle frazioni come luoghi di aggregazione, che per rimanere tali hanno bisogno di nuovi servizi per i residenti. Oltre alle manutenzioni al plesso scolastico, l’assessore Sacchetti ha ricordato l’asfaltatura di via San Vito in fase di completamento e l’intervento da 80.000 euro sul ponte Bailey, che comincerà a breve. Un altro intervento strategico in fase avanzata di definizione è lo sviluppo del comparto residenziale di completamento presso il Borghetto, dove saranno realizzate una quindicina di unità abitative, ha detto Sacchetti, ricevendo come contropartita dal privato il completamento della pista ciclopedonale di via San Vito (dal valore di oltre 400.000 euro) e tre ettari di terreno per future dotazioni pubbliche. Quando si svilupperà anche la porzione commerciale del comparto – che al momento non rientra tra le previsioni – la frazione sarà dotata di un centro civico. Sempre rispetto all’area del Borghetto, sono in corso le procedure legali per l’escussione della fidejussione di 45.000 euro necessaria a realizzare la pista ciclabile. Partiranno invece a breve i lavori dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile – ha concluso Sacchetti – per la regimentazione del fiume Uso in via Bottone.

La manutenzione del territorio e la sicurezza delle strade, l’eccessiva velocità dei veicoli e la necessità di ampliare l’illuminazione pubblica sono stati i temi al centro del confronto tra residenti e amministratori, in particolare per via Vecchia Emilia, via Bargellona, via Casale, via Ronchi, via Casanova e la scuola elementare Ricci. In merito alle previsioni per il Triangolone, infine, dopo aver rivisto i valori delle aree in base al livello di edificabilità – con una sensibile riduzione dell’Imu per i terreni all’interno del comparto – è ora in fase di elaborazione una variante specifica al Psc, che nell’arco di un anno sarà al centro di un confronto specifico con i proprietari delle aree.

 

 

News

Scomparso a Milano ragazzo di 22 anni, ha lavorato anche a Cattolica (RN) in passato

Redazione

Pubblicato

a

Simone Papadia è un ragazzo di 22 anni di origini brindisine. Vive da solo a Milano da qualche anno e negli ultimi periodi si spostava tra gli ostelli della città. Mercoledì 24 Aprile ha denunciato il furto di tutti i suoi effetti personali tra cui documenti e cellulare. Da allora più nessuna notizia.  In passato Simone ha lavorato anche a Cattolica (RN) in un negozio di noleggio bici, risciò e motocicli. La famiglia è molto preoccupata e chiede la massima condivisione. Il caso è seguito anche da Chi l’ha visto.

Chiunque ne avesse notizia può contattare la nostra redazione con un messaggio sulla nostra pagina facebook, inviando una mail a redazione@voce23.it oppure contattando questo numero 3312017414 gestito direttamente dalla famiglia del ragazzo.

LA SCHEDA
Età:
22
Statura:178
Occhi:castani
Capelli:castani
Segni particolari: Ha numerosi tatuaggi: un volto di donna sulla spalla destra, un lupo sul braccio destro, un tribale sulla gamba sinistra, una luna sul polso sinistro, dei numeri romani sul braccio sinistro. Porta sempre l’orecchino.
Scomparso da: Milano
Data della scomparsa: 24/04/2019

Di seguito alcune foto del ragazzo:

Continua a leggere

News

ITALIA DA 377MILA NOTTI “TOGLIE IL SONNO” AL MERCATO LUXURY ASIATICO

Redazione

Pubblicato

a

L’Italia piace più delle Maldive. A dirlo è l’Ufficio Studi Enit su dati Unwto (l’Organizzazione Mondiale del Turismo) che stila la classifica delle top destination per i turisti asiatici dalla Malesia e dalla città-stato di Singapore dove il Bel Paese è in pole position: quinto dopo “colossi turistici” come Usa, Messico, Cina e Uk. Sommando i pernottamenti in strutture ricettive italiane da parte dei visitatori provenienti da Malesia e Singapore si arriva a quasi 400mila notti in un anno (elaborazione Enit su dati Banca d’Italia) per una spesa complessiva pari a 75 milioni di euro. Il continente asiatico attribuisce uno speciale valore al turismo e alla filosofia del viaggio. Non a caso a Singapore l’industria turistica ha un impatto sul pil per 29 miliardi di dollari e rappresenta quasi il 10 per cento dell’economia producendo quasi 300mila posti di lavoro. Così come in Malesia il turismo garantisce l’occupazione con 1,7 milioni di impieghi, pari al 12 per cento della quota complessiva dei lavoratori della nazione del Sudest asiatico. “Ciò rende l’idea di quanto i turisti asiatici siano abituati già nel Paese di provenienza ad un turismo evoluto, strutturato e operativo – commenta il presidente Enit Giorgio Palmucci – e all’Italia, che è al primo posto tra i Paesi preferiti dai turisti extraeuropei (Ufficio Studi Enit su dati Eurostat), spetta il compito di mantenere i livelli dell’offerta turistica sempre elevati”. Parola d’ordine luxury, dunque, ma non intesa come turismo per pochi bensì come turismo di qualità rivolto anche alla classe media. Per intercettare la domanda potenziale in territori in espansione come quelli asiatici, Enit e l’Italia saranno per la prima volta alla Iltm (International Luxury Travel Market) di Singapore dal 27 al 30 maggio. Nello stand Italia anche la Regione Puglia e sei stakeholders in rappresentanza di Campania, Toscana, Lazio, Veneto, Puglia e Lombardia.

Continua a leggere

Economia

Al Comune di Rimini il Premio Innovazione di Smau Bologna per la strategia di contrasto e recupero dell’evasione fiscale

Redazione

Pubblicato

a

Rimini come eccellenza in campo nazionale nel contrasto all’evasione fiscale. Il Comune di Rimini è uno dei casi di successo in Italia riconosciuto dal Premio Innovazione organizzato da SMAU Bologna, la principale piattaforma di business matching in Italia nei settori dell’innovazione e delle tecnologie digitali per imprese e pubbliche amministrazioni locali in programma il 6 e 7 giugno. Il Premio Innovazione Smau è un riconoscimento assegnato  alle imprese e alle amministrazioni locali che si sono distinte per aver condotto una strategia d’innovazione digitale utile anche ad altre realtà ed enti. Il Comune di Rimini si è aggiudicato il riconoscimento per il software avanzato utilizzato per la gestione dei tributi e il recupero dell’evasione fiscale: un percorso di innovazione che ha avuto una sterzata nel 2014, con l’internalizzazione e quindi gestione in house della TARI. A questo scopo si è reso fondamentale adottare un nuovo software ed implementare nuovi flussi informativi.

Oltre alla gestione dell’attività ordinaria, le necessità di ottimizzare il recupero crediti e la lotta all’evasione hanno portato il Comune a costruire un percorso “di eccellenza” con l’incontro tra professionalità interne ed esterne. Il partner tecnologico individuato per raggiungere tale obiettivo, scelto attraverso procedure ad evidenza pubblica, è stato Municipia, società del Gruppo Engineering, con il quale è stato possibile mettere a frutto l’esperienza già maturata in passato in tema di incrocio delle banche dati finalizzato alla loro bonifica e all’individuazione di posizioni irregolari o addirittura sconosciute al fisco.

L’azione tempestiva messa in campo ha permesso, dal 2016 ad oggi, di recuperare crediti per 21,8 milioni di euro (di cui già incassati 12 milioni, le procedure per la riscossione sono in corso). Inoltre, grazie all’alto grado di innovazione degli strumenti informatici utilizzati, si sono potuti avviare dei processi di ricerca delle posizioni “border line” o aventi caratteristiche particolari di tassabilità, che hanno consentito il recupero di ulteriori 7 milioni (di cui già incassati 3,4 milioni).

“L’utilizzo di questa piattaforma tecnologica rappresenta un elemento centrale di una strategia di recupero dell’evaso che nello scorso biennio è stata caratterizzata dalla  ‘tax compliance’, attraverso l’adozione di provvedimenti e iniziative per agevolare i contribuenti intenzionati a regolarizzarsi – sottolinea l’assessore Brasini – Una serie di azione che ci hariconsegnato ottimi risultati, che si sono riflessi sul contenimento delle tariffe e sull’accelerazione delle procedure di riscossione. Oggi siamo in una seconda fase orientata che mira a colpire i recidivi e le violazioni più radicate, attraverso specifiche modifiche ai Regolamenti comunali e il lavoro sinergico dei vari uffici dell’Amministrazione, con AUSL, Ispettorato provinciale del Lavoro ed agli altri enti. Ricordo inoltre che sul piano legislativo, il Comune di Rimini ha collaborato con altri enti per la presentazione di una norma di legge che consenta ai comuni di subordinare il rilascio di licenze per negozi, esercizi ed altre attività produttive alla regolarità dei versamenti dei tributi locali. Una disposizione recepita in una proposta di legge approvata il 14 maggio scorso dalla Camera.I risultati conquistati e i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale anche per l’innovazione digitale che stiamo mettendo in campo, ci danno ulteriore stimolo a proseguire in questo percorso”.

Continua a leggere

Tendenze