Connect with us

News

A San Vito confronto su manutenzioni, illuminazione, viabilità

Circa trenta i residenti delle frazioni di San Vito e Santa Giustina presenti all’incontro con la Giunta comunale che si è svolto ieri sera (lunedì 11 febbraio) alla scuola elementare Ricci, per un confronto su bilancio di previsione 2019 e opere pubbliche.

Redazione

Pubblicato

a

Santarcangelo, 12 febbraio 2019

In apertura della serata, il sindaco Alice Parma ha sottolineato l’importanza di informare i cittadini delle frazioni sulle scelte contenute nel bilancio di previsione, principale strumento di programmazione a disposizione dell’ente. Tre i punti chiave del bilancio 2019: welfare per famiglie e servizi sociali per le fasce più deboli, manutenzione e cura del territorio, fiscalità locale. Le politiche di contrasto alle nuove povertà e all’emergenza abitativa, in particolare, sono la base per una sicurezza sociale diffusa: si tratta dunque di azioni che riguardano non soltanto i beneficiari diretti di tali politiche, ma tutta la comunità. La sicurezza territoriale, in ogni caso, ha visto l’Amministrazione comunale impegnata su vari fronti: dalla sottoscrizione del Patto per la sicurezza avanzata con la Prefettura e tutti i Comuni della Provincia fino al sistema di videosorveglianza perimetrale, progettualità condivisa con le forze dell’ordine, passando per il progetto “Vicinato vigile e solidale” in fase di avvio a San Martino e Sant’Ermete. Per quanto riguarda la cura del territorio, citando l’illuminazione pubblica il sindaco ha ricordato la sostituzione dei punti luce tradizionali con impianti led, informando i presenti che l’Amministrazione comunale sta valutando, compatibilmente con le risorse disponibile, di riaccendere i lampioni spenti negli scorsi anni per ragioni di risparmio economico. La collaborazione con Anthea, unita al sistema delle segnalazioni recentemente rinnovato, consente invece interventi di manutenzione più efficienti e rapidi su parchi pubblici e strade, compresa un’attenta opera di contrasto al dissesto idrogeologico che passa anche dalla manutenzione dei fossi in parte a carico dei privati. Grazie agli strumenti urbanistici – ha aggiunto il sindaco – nuove imprese sono arrivate o arriveranno presto a Santarcangelo, portando dotazioni pubbliche anche per la frazione di San Vito. Concludendo sul tema della fiscalità locale, il sindaco Parma ha ricordato la progressiva riduzione dell’addizionale Irpef, sottolineando inoltre la rilevante opera di recupero dell’evasione/elusione fiscale messa in atto dagli uffici comunali: circa 4 milioni di euro portati al bilancio dell’ente che rappresentano uno strumento concreto di equità sociale, dal momento che ciascuno è tenuto a contribuire ai servizi per la comunità secondo le sue possibilità, determinate attraverso la certificazione Isee.

In apertura del suo intervento, il vice sindaco Zangoli ha invitato i presenti a rinnovare la partecipazione al bilancio partecipato, dopo che lo scorso anno il progetto per la scuola di San Vito non era riuscito a ottenere il finanziamento. Riepilogando le scelte dell’Amministrazione comunale in materia di tributi, il vice sindaco ha ricordato la riduzione dell’addizionale Irpef grazie all’aumento dei trasferimenti statali, l’introduzione in via sperimentale della raccolta porta a porta a Casale – nonché il sostegno a famiglie in difficoltà e nuove imprese nelle frazioni – che non hanno causato un aumento della tassa rifiuti, le modifiche alle imposte minori compresa l’eliminazione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico per le tende parasole e le tariffe bloccate per i servizi a domanda individuale a fronte di un incremento degli stessi.

In tema di estensione dei servizi, oltre all’ampliamento del pre e post scuola a tutte le frazioni, l’assessore ai Servizi educativi e scolastici Pamela Fussi ha citato il nuovo spazio bimbi gratuito, dedicato a chi non ha la possibilità di accedere al nido d’infanzia per ragioni economiche o familiari. Anche se il progetto per l’“aula dei sensi” polifunzionale della scuola Ricci non ha vinto il bilancio partecipato, ha aggiunto l’assessore, l’Amministrazione comunale ha acquistato gli arredi richiesti, parte dei quali già consegnati alla scuola.

L’assessore alla Pianificazione urbanistica e Lavori pubblici, Filippo Sacchetti, ha invece sottolineato l’importanza delle frazioni come luoghi di aggregazione, che per rimanere tali hanno bisogno di nuovi servizi per i residenti. Oltre alle manutenzioni al plesso scolastico, l’assessore Sacchetti ha ricordato l’asfaltatura di via San Vito in fase di completamento e l’intervento da 80.000 euro sul ponte Bailey, che comincerà a breve. Un altro intervento strategico in fase avanzata di definizione è lo sviluppo del comparto residenziale di completamento presso il Borghetto, dove saranno realizzate una quindicina di unità abitative, ha detto Sacchetti, ricevendo come contropartita dal privato il completamento della pista ciclopedonale di via San Vito (dal valore di oltre 400.000 euro) e tre ettari di terreno per future dotazioni pubbliche. Quando si svilupperà anche la porzione commerciale del comparto – che al momento non rientra tra le previsioni – la frazione sarà dotata di un centro civico. Sempre rispetto all’area del Borghetto, sono in corso le procedure legali per l’escussione della fidejussione di 45.000 euro necessaria a realizzare la pista ciclabile. Partiranno invece a breve i lavori dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile – ha concluso Sacchetti – per la regimentazione del fiume Uso in via Bottone.

La manutenzione del territorio e la sicurezza delle strade, l’eccessiva velocità dei veicoli e la necessità di ampliare l’illuminazione pubblica sono stati i temi al centro del confronto tra residenti e amministratori, in particolare per via Vecchia Emilia, via Bargellona, via Casale, via Ronchi, via Casanova e la scuola elementare Ricci. In merito alle previsioni per il Triangolone, infine, dopo aver rivisto i valori delle aree in base al livello di edificabilità – con una sensibile riduzione dell’Imu per i terreni all’interno del comparto – è ora in fase di elaborazione una variante specifica al Psc, che nell’arco di un anno sarà al centro di un confronto specifico con i proprietari delle aree.

 

 

News

Ripartono da oggi i voli Ryanair con la tratta Varsavia-Rimini

Dal 2 aprile inaugura il nuovo volo per Cracovia e torna quello per Londra.

Redazione

Pubblicato

a

Rimini, 1 aprile 2019

Partono da oggi, lunedì 1 aprile, i collegamenti con Ryanair dall’aeroporto di Rimini della Summer 2019, con il primo volo in arrivo da Varsavia, alle 22.15 e ripartenza alle 22.40.

E da domani, martedì 2, al via anche il collegamento con la nuova tratta per Cracovia, alle 12.05 con ripartenza alle 12.30. Riprende inoltre il volo che collega Rimini con Londra (Stansted) due volte a settimana, mentre dal 4 aprile si volerà nuovamente alla volta di Kaunas, in Lituania. Dal 3 maggio, infine, sarà inaugurata la nuova tratta per e da Budapest.

Anche quest’anno dunque grazie all’accordo tra AIRiminum 2014, società di gestione dell’aeroporto internazionale di Rimini e San Marino e Ryanair, la programmazione della compagnia irlandese da Rimini per l’estate 2019 offre ben 5 destinazioni, tra cui le 2 nuove rotte per Cracovia e Budapest.

Ripartono oggi i voli Ryanair della Summer 2019 – dichiara Leonardo Corbucci, AD di AIRiminum  – con la nostra soddisfazione di aver fatto nel primo anno un buon lavoro, riuscendo a convincere la compagnia ad estendere la durata dell’accordo con l’Aeroporto di Rimini fino al 2024 e ad aumentare dal 2019 le destinazioni, aggiungendone due nuove, e i voli settimanali passando da cinque a nove nel periodo della Summer. L’obiettivo sarà convincere Ryanair ad estendere i voli anche nella stagione invernale e per questo abbiamo bisogno anche delle risposte del territorio, che si sostanzino in prenotazioni e acquisto di biglietti verso le destinazioni servite dalla compagnia irlandese“.

Continua a leggere

News

“A room for all our tomorrows”: danza Contemporanea al Teatro degli Atti

“A room for all our tomorrows”: apre domenica 31 marzo il ciclo di appuntamenti al Teatro degli Atti dedicati alla danza contemporanea

Redazione

Pubblicato

a

Rimini, 29 marzo 2019

Con Igor & Moreno per immaginare i nostri domani

Due performers in scena, ma non si tratta di uno spettacolo su di loro. Riguarda tutti. Si tratta di quei momenti, tra il caffè e la danza, in cui l’armonia ci abbandona e tutto quello che ci resta è il desiderio di urlare. Si tratta di una performance e di un luogo in cui immaginare in che modo le cose potrebbero essere diverse da come sono. Una semplice stanza per tutti i nostri domani. A room for all our tomorrows è il titolo dello spettacolo di Igor & Moreno in programma domenica 31 marzo e che apre il calendario di spettacoli dedicati alla danza al Teatro degli Atti. Un ciclo di appuntamenti che fa parte del palinsesto di E’ BAL – palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea, un progetto sostenuto da ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare dell’Emilia Romagna e che da novembre sta proponendo spettacoli,  masterclass, residenze creative in nove teatri del territorio romagnolo.  Un nuovo circuito dedicato alla coreografia che coinvolge alcune delle principali realtà del territorio che portano sul palco artisti di diverse generazioni ed estetiche.

Moreno Solinas e Igor Urzelai si incontrano nel 2006, studiano alla London Contemporary Dance School (The Place) dove iniziano a collaborare. Nel 2007 co-fondano BLOOM! Dance Collective e nel 2012 creano la compagnia Igor and Moreno. I loro lavori indagano la natura umana, le persone e tutte quelle componenti che rendono l’uomo un animale speciale. Gli elementi della loro ricerca sono il corpo in movimento e l’immediatezza dell’azione come veicolo di significati, idee e desideri. L’intento che Igor and Moreno si prefiggono è rivendicare il ruolo del Teatro come spazio di aggregazione e condivisione tramite le proprietà catartiche dello spettacolo dal vivo. Hanno presentato i propri lavori in gran parte dell’Europa, negli Stati Uniti e in Cile, ottenendo riconoscimenti di pubblico e istituzionali. Sono attualmente collaboratori del The Place (Londra) all’interno del programma artisti associati “Work Place”. Dal 2016 la compagnia è sostenuta da TIR Danza.

A Room For All Our Tomorrows è stato selezionato per la NID Platform 2017 e la British Dance Edition 2016.

Al termine dello spettacolo incontro con la compagnia a cura di [collettivo] c_a_p

Il programma riminese di E’ Bal prosegue giovedì 4 aprile (ore 21) con il Combattimento messo in scena da Muta Imago, compagnia che si muove tra Roma e Bruxelles guidata da Claudia Sorace, regista, e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. L’amore come guerra, la seduzione come conquista, il desiderio come mistero, perdita di sé: lo spettacolo ruota intorno ai corpi delle due performer e alla loro relazione, per condividere con il pubblico l’esperienza dell’uscire da se, trasformarsi e incontrare l’altra. Doppio spettacolo giovedì 11 aprile tra la Sala Pamphili e il Teatro degli Atti: apre alle 21 Daniele Ninarello con Kudoku, dove il coreografo incontra un compositore; ad accompagnare la danza sarà la musica dal vivo del sax tenore di Dan Kinzelman. A seguire  Manfredi Perego propone Primitiva, una ricerca incentrata sugli elementi primari che abitano la corporeità, un viaggio mnemonico all’interno della più antica percezione di sé, quella animalesca, impulsiva e fragile.

Igor & Moreno
A ROOM FOR ALL OUR TOMORROWS

domenica 31 marzo, ore 21 – Teatro degli Atti
E’ BAL. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea

prodotto da Igor & Moreno e The Place

presentato in collaborazione con TIR Danza

creato e messo in scena da Moreno Solinas e Igor Urzelai

sviluppato con Aoife McAtamney

drammaturgo Simon Ellis

design luci Seth Rook Williams

set e costumi Kasper Hansen

costumista e supervisione Sophie Bellin Hansen

sartoria giacche Markowski Atelier

vocal coach Melanie Pappenheim

sound advisor Alberto Ruiz Soler

project manager Sarah Maguire

fotografia Alicia Clarke

Info biglietti

Spettacoli progetto E’ Bal (31 marzo, 4 aprile e 11 aprile): 10 euro (under 30 ridotto 5 euro)

La biglietteria del Teatro Galli (piazza Cavour 22) è aperta dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 14.00 il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Telefono: 0541 793811.

Il programma completo con tutti gli spettacoli della Stagione teatrale, gli altri appuntamenti fuori abbonamento e tutti gli aggiornamenti sul sito www.teatrogalli.it e sulla pagina facebook fb.com/teatrogalli.

Info: 0541 793811

www.teatrogalli.it

 

 

Continua a leggere

News

Santarcangelo: la Regione concede centomila euro per la manutenzione delle grotte della città

Circa 20 gli ipogei coinvolti dai lavori di manutenzione e consolidamento

Redazione

Pubblicato

a

Santarcangelo, 18 marzo 2019

La Regione Emilia-Romagna ha stanziato 100mila euro per la manutenzione e il consolidamento di una ventina di grotte di Santarcangelo.

Gli interventi, richiesti dall’Amministrazione comunale, saranno effettuati sulla base della relazione tecnica dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile che ha individuato alcune grotte che necessitano di lavori di consolidamento e manutenzione.

Fin dagli anni ’80 – quando su richiesta dell’Amministrazione comunale il centro storico di Santarcangelo è stato inserito dalla Regione Emilia-Romagna tra i centri abitati da consolidare – sono stati effettuati diversi rilievi e verifiche a cui hanno fatto seguito altrettanti interventi: solo per citare quelli degli ultimi anni, la Regione ha finanziato lavori di consolidamento dell’abitato del centro storico, di alcune grotte, delle mura di via Pozzolungo, della scarpata su via dei Signori e della mura di via Beato Pio Malatesta.

Il nuovo progetto elaborato dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile riguarda invece principalmente ipogei che in passato non sono stati oggetto di interventi e prevede lavori di consolidamento dei rivestimenti in laterizio e delle pareti o volte con chiodature e spritz-beton; le riprese in breccia con muratura di lesioni e zone parzialmente crollate; il trattamento superficiale di finitura per le superfici in laterizio; l’asportazione dei detriti interni alle grotte e l’installazione di portoncini di ingresso per consentire il mantenimento del microclima interno.

 

 

 

 

Continua a leggere

Tendenze