Connect with us

News

“A room for all our tomorrows”: danza Contemporanea al Teatro degli Atti

“A room for all our tomorrows”: apre domenica 31 marzo il ciclo di appuntamenti al Teatro degli Atti dedicati alla danza contemporanea

Redazione

Pubblicato

a

Rimini, 29 marzo 2019

Con Igor & Moreno per immaginare i nostri domani

Due performers in scena, ma non si tratta di uno spettacolo su di loro. Riguarda tutti. Si tratta di quei momenti, tra il caffè e la danza, in cui l’armonia ci abbandona e tutto quello che ci resta è il desiderio di urlare. Si tratta di una performance e di un luogo in cui immaginare in che modo le cose potrebbero essere diverse da come sono. Una semplice stanza per tutti i nostri domani. A room for all our tomorrows è il titolo dello spettacolo di Igor & Moreno in programma domenica 31 marzo e che apre il calendario di spettacoli dedicati alla danza al Teatro degli Atti. Un ciclo di appuntamenti che fa parte del palinsesto di E’ BAL – palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea, un progetto sostenuto da ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare dell’Emilia Romagna e che da novembre sta proponendo spettacoli,  masterclass, residenze creative in nove teatri del territorio romagnolo.  Un nuovo circuito dedicato alla coreografia che coinvolge alcune delle principali realtà del territorio che portano sul palco artisti di diverse generazioni ed estetiche.

Moreno Solinas e Igor Urzelai si incontrano nel 2006, studiano alla London Contemporary Dance School (The Place) dove iniziano a collaborare. Nel 2007 co-fondano BLOOM! Dance Collective e nel 2012 creano la compagnia Igor and Moreno. I loro lavori indagano la natura umana, le persone e tutte quelle componenti che rendono l’uomo un animale speciale. Gli elementi della loro ricerca sono il corpo in movimento e l’immediatezza dell’azione come veicolo di significati, idee e desideri. L’intento che Igor and Moreno si prefiggono è rivendicare il ruolo del Teatro come spazio di aggregazione e condivisione tramite le proprietà catartiche dello spettacolo dal vivo. Hanno presentato i propri lavori in gran parte dell’Europa, negli Stati Uniti e in Cile, ottenendo riconoscimenti di pubblico e istituzionali. Sono attualmente collaboratori del The Place (Londra) all’interno del programma artisti associati “Work Place”. Dal 2016 la compagnia è sostenuta da TIR Danza.

A Room For All Our Tomorrows è stato selezionato per la NID Platform 2017 e la British Dance Edition 2016.

Al termine dello spettacolo incontro con la compagnia a cura di [collettivo] c_a_p

Il programma riminese di E’ Bal prosegue giovedì 4 aprile (ore 21) con il Combattimento messo in scena da Muta Imago, compagnia che si muove tra Roma e Bruxelles guidata da Claudia Sorace, regista, e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. L’amore come guerra, la seduzione come conquista, il desiderio come mistero, perdita di sé: lo spettacolo ruota intorno ai corpi delle due performer e alla loro relazione, per condividere con il pubblico l’esperienza dell’uscire da se, trasformarsi e incontrare l’altra. Doppio spettacolo giovedì 11 aprile tra la Sala Pamphili e il Teatro degli Atti: apre alle 21 Daniele Ninarello con Kudoku, dove il coreografo incontra un compositore; ad accompagnare la danza sarà la musica dal vivo del sax tenore di Dan Kinzelman. A seguire  Manfredi Perego propone Primitiva, una ricerca incentrata sugli elementi primari che abitano la corporeità, un viaggio mnemonico all’interno della più antica percezione di sé, quella animalesca, impulsiva e fragile.

Igor & Moreno
A ROOM FOR ALL OUR TOMORROWS

domenica 31 marzo, ore 21 – Teatro degli Atti
E’ BAL. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea

prodotto da Igor & Moreno e The Place

presentato in collaborazione con TIR Danza

creato e messo in scena da Moreno Solinas e Igor Urzelai

sviluppato con Aoife McAtamney

drammaturgo Simon Ellis

design luci Seth Rook Williams

set e costumi Kasper Hansen

costumista e supervisione Sophie Bellin Hansen

sartoria giacche Markowski Atelier

vocal coach Melanie Pappenheim

sound advisor Alberto Ruiz Soler

project manager Sarah Maguire

fotografia Alicia Clarke

Info biglietti

Spettacoli progetto E’ Bal (31 marzo, 4 aprile e 11 aprile): 10 euro (under 30 ridotto 5 euro)

La biglietteria del Teatro Galli (piazza Cavour 22) è aperta dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 14.00 il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Telefono: 0541 793811.

Il programma completo con tutti gli spettacoli della Stagione teatrale, gli altri appuntamenti fuori abbonamento e tutti gli aggiornamenti sul sito www.teatrogalli.it e sulla pagina facebook fb.com/teatrogalli.

Info: 0541 793811

www.teatrogalli.it

 

 

News

Scomparso a Milano ragazzo di 22 anni, ha lavorato anche a Cattolica (RN) in passato

Redazione

Pubblicato

a

Simone Papadia è un ragazzo di 22 anni di origini brindisine. Vive da solo a Milano da qualche anno e negli ultimi periodi si spostava tra gli ostelli della città. Mercoledì 24 Aprile ha denunciato il furto di tutti i suoi effetti personali tra cui documenti e cellulare. Da allora più nessuna notizia.  In passato Simone ha lavorato anche a Cattolica (RN) in un negozio di noleggio bici, risciò e motocicli. La famiglia è molto preoccupata e chiede la massima condivisione. Il caso è seguito anche da Chi l’ha visto.

Chiunque ne avesse notizia può contattare la nostra redazione con un messaggio sulla nostra pagina facebook, inviando una mail a redazione@voce23.it oppure contattando questo numero 3312017414 gestito direttamente dalla famiglia del ragazzo.

LA SCHEDA
Età:
22
Statura:178
Occhi:castani
Capelli:castani
Segni particolari: Ha numerosi tatuaggi: un volto di donna sulla spalla destra, un lupo sul braccio destro, un tribale sulla gamba sinistra, una luna sul polso sinistro, dei numeri romani sul braccio sinistro. Porta sempre l’orecchino.
Scomparso da: Milano
Data della scomparsa: 24/04/2019

Di seguito alcune foto del ragazzo:

Continua a leggere

News

ITALIA DA 377MILA NOTTI “TOGLIE IL SONNO” AL MERCATO LUXURY ASIATICO

Redazione

Pubblicato

a

L’Italia piace più delle Maldive. A dirlo è l’Ufficio Studi Enit su dati Unwto (l’Organizzazione Mondiale del Turismo) che stila la classifica delle top destination per i turisti asiatici dalla Malesia e dalla città-stato di Singapore dove il Bel Paese è in pole position: quinto dopo “colossi turistici” come Usa, Messico, Cina e Uk. Sommando i pernottamenti in strutture ricettive italiane da parte dei visitatori provenienti da Malesia e Singapore si arriva a quasi 400mila notti in un anno (elaborazione Enit su dati Banca d’Italia) per una spesa complessiva pari a 75 milioni di euro. Il continente asiatico attribuisce uno speciale valore al turismo e alla filosofia del viaggio. Non a caso a Singapore l’industria turistica ha un impatto sul pil per 29 miliardi di dollari e rappresenta quasi il 10 per cento dell’economia producendo quasi 300mila posti di lavoro. Così come in Malesia il turismo garantisce l’occupazione con 1,7 milioni di impieghi, pari al 12 per cento della quota complessiva dei lavoratori della nazione del Sudest asiatico. “Ciò rende l’idea di quanto i turisti asiatici siano abituati già nel Paese di provenienza ad un turismo evoluto, strutturato e operativo – commenta il presidente Enit Giorgio Palmucci – e all’Italia, che è al primo posto tra i Paesi preferiti dai turisti extraeuropei (Ufficio Studi Enit su dati Eurostat), spetta il compito di mantenere i livelli dell’offerta turistica sempre elevati”. Parola d’ordine luxury, dunque, ma non intesa come turismo per pochi bensì come turismo di qualità rivolto anche alla classe media. Per intercettare la domanda potenziale in territori in espansione come quelli asiatici, Enit e l’Italia saranno per la prima volta alla Iltm (International Luxury Travel Market) di Singapore dal 27 al 30 maggio. Nello stand Italia anche la Regione Puglia e sei stakeholders in rappresentanza di Campania, Toscana, Lazio, Veneto, Puglia e Lombardia.

Continua a leggere

Economia

Al Comune di Rimini il Premio Innovazione di Smau Bologna per la strategia di contrasto e recupero dell’evasione fiscale

Redazione

Pubblicato

a

Rimini come eccellenza in campo nazionale nel contrasto all’evasione fiscale. Il Comune di Rimini è uno dei casi di successo in Italia riconosciuto dal Premio Innovazione organizzato da SMAU Bologna, la principale piattaforma di business matching in Italia nei settori dell’innovazione e delle tecnologie digitali per imprese e pubbliche amministrazioni locali in programma il 6 e 7 giugno. Il Premio Innovazione Smau è un riconoscimento assegnato  alle imprese e alle amministrazioni locali che si sono distinte per aver condotto una strategia d’innovazione digitale utile anche ad altre realtà ed enti. Il Comune di Rimini si è aggiudicato il riconoscimento per il software avanzato utilizzato per la gestione dei tributi e il recupero dell’evasione fiscale: un percorso di innovazione che ha avuto una sterzata nel 2014, con l’internalizzazione e quindi gestione in house della TARI. A questo scopo si è reso fondamentale adottare un nuovo software ed implementare nuovi flussi informativi.

Oltre alla gestione dell’attività ordinaria, le necessità di ottimizzare il recupero crediti e la lotta all’evasione hanno portato il Comune a costruire un percorso “di eccellenza” con l’incontro tra professionalità interne ed esterne. Il partner tecnologico individuato per raggiungere tale obiettivo, scelto attraverso procedure ad evidenza pubblica, è stato Municipia, società del Gruppo Engineering, con il quale è stato possibile mettere a frutto l’esperienza già maturata in passato in tema di incrocio delle banche dati finalizzato alla loro bonifica e all’individuazione di posizioni irregolari o addirittura sconosciute al fisco.

L’azione tempestiva messa in campo ha permesso, dal 2016 ad oggi, di recuperare crediti per 21,8 milioni di euro (di cui già incassati 12 milioni, le procedure per la riscossione sono in corso). Inoltre, grazie all’alto grado di innovazione degli strumenti informatici utilizzati, si sono potuti avviare dei processi di ricerca delle posizioni “border line” o aventi caratteristiche particolari di tassabilità, che hanno consentito il recupero di ulteriori 7 milioni (di cui già incassati 3,4 milioni).

“L’utilizzo di questa piattaforma tecnologica rappresenta un elemento centrale di una strategia di recupero dell’evaso che nello scorso biennio è stata caratterizzata dalla  ‘tax compliance’, attraverso l’adozione di provvedimenti e iniziative per agevolare i contribuenti intenzionati a regolarizzarsi – sottolinea l’assessore Brasini – Una serie di azione che ci hariconsegnato ottimi risultati, che si sono riflessi sul contenimento delle tariffe e sull’accelerazione delle procedure di riscossione. Oggi siamo in una seconda fase orientata che mira a colpire i recidivi e le violazioni più radicate, attraverso specifiche modifiche ai Regolamenti comunali e il lavoro sinergico dei vari uffici dell’Amministrazione, con AUSL, Ispettorato provinciale del Lavoro ed agli altri enti. Ricordo inoltre che sul piano legislativo, il Comune di Rimini ha collaborato con altri enti per la presentazione di una norma di legge che consenta ai comuni di subordinare il rilascio di licenze per negozi, esercizi ed altre attività produttive alla regolarità dei versamenti dei tributi locali. Una disposizione recepita in una proposta di legge approvata il 14 maggio scorso dalla Camera.I risultati conquistati e i riconoscimenti ottenuti a livello nazionale anche per l’innovazione digitale che stiamo mettendo in campo, ci danno ulteriore stimolo a proseguire in questo percorso”.

Continua a leggere

Tendenze