Connect with us

Musica

Rimini, la San Giuliano Mare delle Donne e della Musica. “Eco di Donna Evolution” dal 22 Giugno al 20 Luglio

Stefano Perilli

Pubblicato

a

La San Giuliano Mare delle donne e della musica, proprio così.

“Queste donne che proprio non riescono a stare zitte” e menomale aggiungo!! Una bellissima iniziativa per restituire linfa nuova, tutta da vivere e da ascoltare nella stupenda cornice di San Giuliano Mare, il gioiello riminese troppo spesso oscurato da altre iniziative più risonanti.

Ci ha pensato la cantautrice riminese Chiara Raggi, direttrice artistica della rassegna, che porterà a Rimini un nome importante della musica italiana: Mariella Nava. Quella della Nava sarà un esibizione dal valore doppio perché oltre ad intrattenere con la forza e l’eleganza della sua musica, servirà a restituire il giusto lustro artistico a San Giuliano Mare dopo una stagione, quella dello scorso anno, diamo così: difficile.

Eco di Donna “Evolution” è il nome di questo “Festival Musicale al femminile” dedicato alla musica d’autrice organizzato appunto da Chiara Raggi in collaborazione con Associazione San Giuliano Mare Caffè dell’Orto.

Saranno 5 i concerti in programma nella Piazzetta Lacuadra dell’orto (via Lucio Lando, 109):
Mariella Nava, 22 Giugno;
– 
Marina Mulopolos, 29 Giugno;
– Giulia Pratelli, 6 Luglio;
– Laura Benvenuti, 13 Luglio;
Crista, 20 Luglio.

«Sono molto emozionata, ancora di più di quando mi esibisco – Commenta durante la conferenza stampa la direttrice artistica Chiara Raggi – Ci tengo molto a questo progetto perché credo che la musica d’autrice in Italia sia un’evidenza, un’onda che non si può fermare e nel mio piccolo voglio dare un segnale concreto a tutte quelle polemiche che ogni tanto insorgono sulle così dette “quote rosa” nella musica e in tanti altri ambiti, polemiche che giudico sterili se non sono accompagnate da azioni tangibili come ad esempio “Eco di Donna Evolution”».

Da SX a DX: Chiara Raggi, Crista, Laura Benvenuti, Daniela Mazza, Irene Gulminelli

Musica

“Non Lo Trovo”. Il primo singolo di Barbara Comandini.

Redazione

Pubblicato

a

“Play! Storie che cantano”.È questo il nome del concorso nazionale che crea l’occasione per l’uscita di questo nuovo singolo a metà strada tra la denuncia e la ricerca di felicità. La selezione per trovare la voce giusta non è stata semplice e la RV FIlm Italiaha vagliato decine di opzioni, fino a che non ha sposato la freschezza della voce della Barbara Comandini, con l’idea di creare un forte contrasto tra il racconto di  un percorso di felicità sporcato dalla sofferenza e dall’abbandono e un timbro etereo che richiama in qualche modo quell’aura delle prime produzioni di madonna, negli anni ’80.
Il concorso chiedeva agli autori di elaborare un testo partendo da una storia vera (tra le tante inserite nel bando), e così il paroliere Andrea Franco (noto per la sua produzione di narrativa con Mondadori), ha tratteggiato un testo semplice e d’effetto, musicato con brio dal compositore  Santarcangiolese Marco Ballerini.
Bio
Barbara Comandini,
Santarcangelo di Romagna (classe ’98)
 È al suo debutto. Fin da piccola coltiva la passione per la musica. A 9 anni è il maestro Ermes Santolini a darle i primi rudimenti del canto, con una grande attenzione per il solfeggio. A 14 anni la sua insegnante di canto Vanessa la fa lavorare sulle tonalità più basse, ma Barbara deve accantonare la sua passione per concentrarsi sugli studi al liceo Classico Giulio Cesare di Rimini. “Ho ripreso a settembre, all’inizio del quinto anno, dopo aver partecipato l’estate prima alle audizioni di Italia’s got talent. Lì mi sono rimessa in gioco”, racconta la giovane artista riminese, che ha ripreso gli studi con la cantante lirica Lykke Anholm: “Un’impostazione completamente diversa, la respirazione diversa, ma la lirica è la base dal canto. Ho avuto comunque tra maestri straordinari”. Per ciò che concerne i modelli musicali, Barbara cita la cantautrice inglese Rebecca Ferguson, ma soprattutto Adele: “Ha un’impostazione vocale da cui spesso ho preso spunto. Adele riesce a trasmetterti grinta sulla sua voce. Chi canta, canta per gli altri: deve trasmettere emozioni”.
Marco Ballerini
Santarcangelo di Romagna (classe 1978).
Poli strumentista e producer, ama dedicarsi da tempo alle produzioni audio e video con la sua casa di produzione, la RV Film di Santarcangelo. Già nota per le sue produzioni video, Marco B. con RV Film, www.rvfilm.it,  dedica parte del suo tempo, a produrre e ad aiutare giovani talenti della zona, a sviluppare il loro talento dando loro l`opportunità di mettersi in gioco e di maturare esperienze diverse e formative rispetto a  quelle più` superflue dei talents. Infatti gli artisti partecipano attivamente a tutto il processo di produzione del brano. Inoltre hanno la possibilità di vedere distribuito il loro lavoro in digital stores e di partecipare alla produzione del loro video clip. È un percorso formativo, una scuola che permette quindi al giovane artista di affacciarsi direttamente e in modo professionale nel mercato discografico.
Andrea Franco
Roma (classe 1977)
È scrittore e compositore. Ha pubblicato numerosi racconti e romanzi. Ricordiamo “Il peccato e l’inganno” (Oscar Gialli Mondadori) e per Segretissimo Mondadori la serie El Asesino, con lo pseudonimo Rey Molina. Ha composto oltre 70 brani.
Per ulteriori info e interviste: 
375/5156864; info@rvfilm.it 

Continua a leggere

Musica

Un po’ di Rimini a San Salvador. Il Maestro Alberto Cappiello in concerto in America

Redazione

Pubblicato

a

”Un po’ di Rimini a San Salvador”
 
Il Maestro Alberto Cappiello in concerto al Teatro Nazionale di San Salvador
Grande attesa per il “concerto del secolo”. Domani, mercoledì 19 giugno, Alberto Cappiello, famoso cornista  Italiano si esibirà nel Teatro Nazionale di San Salvador (alle 18,30 ora di San Salvador, 10,30 in Italia), eseguendo il Concerto n. 2 di Richard Strauss sotto la Direzione del Maestro German Caceres. Il Maestro Cappiello chiude così una lunga tournèe primaverile durante la quale si è esibito con l’Orchestra Sinfonica di Buenos Aires l’Orchestra Sinfonica di San Pietroburgo e le Orchestre da Camera di Kiev e Mosca. Una conclusione in grande stile questa per il famoso Maestro riminese che chiude così un’esperienza ricca di soddisfazioni sua personali che professionali.
Bio Alberto Cappiello, Rimini (classe 1969)
Cornista di fama internazionale, diplomatosi col massimo dei voti al Conservatorio Rossini di Pesaro e successivamente alla Musik Hochshule di Dresden in Germania. Ha collaborato con le migliori orchestre italiane: Teatro alla Scala di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra Rai, per poi iniziate una brillante carriera da Solista, che lo ha portato a esibirsi con Armenia Nacional Chamber Orchestra, Korea Symphony Orchestra, Orchestra Virtuosi Lviv e Festival Bielorusian Orchestra. Ultimamente è stato invitato dal Ministero della Cultura del Venezuela, a suonare con l’Orchestra di San Cristobal.

Continua a leggere

Musica

“Cattiva” Il primo singolo della cantautrice cattolichina “Veronica Alice” Il videoclip girato a Cattolica

Redazione

Pubblicato

a

È tutt’altro che “Cattiva” Veronica, un’artista a tutto tondo che  scrive, canta e interpreta le sue canzoni. Il 15 marzo 2019 il brano “Cattiva”, è uscito su youtube ed ha avuto un buon seguito, con 1400 visualizzazioni e commenti positivi. Il 30 maggio 2019 è stato pubblicato il videoclip girato interamente nella sua città, Cattolica, dove è nata e cresciuta e tuttora vive. Come location ha scelto la spiaggia ed altri angoli della città forse più nascosti ma che rappresentano per lei qualcosa, che raccontano la sua storia.
«“Cattiva” è stato scritto nel 2015, n un giorno di inizio estate, mentre aspettavo un’amica per fare un aperitivo – racconta la cantautrice -.Sul cellulare, in una nota memo ho scritto il ritornello e quel giorno avevo già in mente come sarebbe stato. Quando sono arrivata a casa ho continuato a scrivere. Non sapevo cosa stavo facendo in realtà, scrivevo e basta, quindi ho concluso il mio lavoro ed ho visto con i miei occhi il primo testo di quello che poi sarebbe diventato il mio primo inedito. Sono andata  dal mio amico pianistaFederico Fabbri con le parole del mio primo singolo e ho iniziato a canticchiarla secondo la melodia che avevo in mente. Subito Fede si è messo all’opera ed ha composto per me la musica della mia canzone.  Per me è stata una emozione incredibile vedere nascere un progetto, una canzone,  solamente da una idea… Sono attimi che non si dimenticano».
 
«Il brano parla di una delusione profonda, un esperienza personale che ho vissuto e che è stato difficile superare. Per quanto riguarda il videoclip, ho scelto di mostrare anche a chi non le conosce, le bellezze della mia città. Il progetto è andato avanti per diversi anni nei quali abbiamo continuamente apportato modifiche al brano per renderlo fruibile e accattivante per i futuri ascoltatori e nel frattempo Federico si è diplomato in conservatorio. Nell’estate del 2018 il brano era pronto, e ed è stato registrato nell’ottobre dello scorso anno. Il regista del video è Federico Spirito con la sua timeless production, mentre la canzone l’ho registrata al PMS studio di Alfonsine».
«Ho sempre scritto poesie ma mai mi sarei aspettata di riuscire a scrivere un brano, perché anni fa non sapevo da dove cominciare. Adesso oltre a scrivere, ho in mente anche le melodie. Ho in cantiere tanti progetti e ho già scritto qualcosa di nuovo. L’obiettivo finale per ora è sicuramente realizzare un EP,cioè un minialbumcon diversi inediti. Sono molto entusiasta e motivata, spero di poter scrivere e cantare il più possibile nella mia vita e chi lo sa, magari, un giorno riuscire a vivere di musica!».
Bio Veronica Alice
Veronica Pozzi in arte “Veronica Alice”, nasce a Cattolica  il 9/01/1993.  Ha scelto questo nome d’arte perché ispirato al personaggio di “Alice nel paese delle meraviglie”, storia che ha più piani di lettura. Poi Aliceè anche il suo secondo nome (simbolico, non all’anagrafe), fortemente voluto da suasorella Marica. Ha incominciato a studiare canto all’età di 17 anni, un po’ per curiosità, un po’ perché da sempre cantare era il suo sogno nel cassetto, quello che aveva da bambina ma del quale per timidezza si vergognava. Spinta da alcuni amici che avevano notato doti canore, si è iscritta all’Accademia di Canto di Cattolica. Il suo studio è proseguito nel tempo con il corso i canto di Michele Luppi,a Cattolica. Negli anni a seguire ha partecipato a vari concorsi arrivando in finale e talvolta aggiudicandosi premi.
Questo il link del videoclip: https://www.youtube.com/watch?v=R7CWqZ9rivU

Continua a leggere

Tendenze